Viaggio nelle vite passate

Ti è mai capitato di avere un particolare richiamo verso un paese?

Ti è mai capitato di incontrare qualcuno per la prima volta e avere la netta sensazione di averlo già visto?

Ti capita di avere sin da piccolo, “inspiegabilmente”, una particolare propensione verso un’attività? Magari verso uno strumento? Un’arte? Una passione?

Tutto ciò è legato alle nostre vite passate. Quello che siamo stati in passato rimane nella registrato nella nostra memoria cellulare. Mentalmente non ne siamo consci perché il ricordo giace in profondità, però permangono in noi determinati sentimenti nel confronti di cose, persone e situazioni. A volte possono essere addirittura degli odori a risvegliare in noi sensazioni inspiegabili. Quindi fare un viaggio nelle nostre vite passate può rivelarsi estremamente utile per riportare in superficie determinate memorie, al fine di capirle e scioglierle. Può rappresentare un prezioso strumento per giungere alla libertà. Molto spesso le paure o i disagi ci tengono bloccati nella vita e non ci permettono magari di realizzarci materialmente, oppure di stabilire rapporti umani soddisfacenti con gli altri, fino a tenerci a volte quasi intrappolati dentro noi stessi nel caso in cui le paure si manifestino come vere e proprie fobie.

Certo le vite passate non sono solo questo; a volte possono farci capire una nostra inclinazione, un compito da portare a termine proprio durante questa incarnazione. Altre, invece, ci rivelano il motivo di una relazione complicata con altre persone. O il motivo di una grande intesa. Ciò vale nei confronti del proprio partner, come di un famigliare, di un amico o di un collega.

Ho scoperto questa mia nuova facoltà qualche anno fa. Prendendoti le mani o guardandoti negli occhi posso fare per te questo viaggio e raccontarti cosa vedo. Il processo è naturale e sereno e a chi sta di fronte a me è possibile anche interagire e farmi domande.

Ti aspetto per viaggiare.

Union Jack English